Prodotto da una pianta tropicale sempreverde, il mangostano è un frutto edibile talmente ricco di particolarità da risultare pressoché unico nel suo genere. Sono numerosi i “tratti somatici” che lo distinguono in maniera netta da quasi tutti i frutti, tropicali e non, a partire dalla caratteristica polpa bianca, nascosta da una spessa buccia di un colore che varia fra l’amaranto il viola scuro e il nero all’esterno, mentre all’interno è di un rosso vivo. Tagliando in due il frutto, il suo aspetto particolare appare subito evidente: il mangostano mette in mostra un arillo (ovvero una polpa completamente separata dalla buccia, cresciuta intorno al seme) dal colore candido, diviso in spicchi alla maniera di una testa d’aglio, cremoso ma al tempo stesso dotato di una certa consistenza anche quando il frutto è maturo. Il sapore è tuttavia dolce e rifrescante, con sentori di litchi e pesca, mentre la membrana rossa che costituisce lo spessore della buccia è estremamente acida e astringente: il mangostano se ne serve per proteggersi da parassiti, funghi, animali e ogni tipo di infestante naturale.

SHARE
Previous articleLime
Next articleMaracuja

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here